• Tel. (+39) 031.4491490
  • info@opelegis.com
  • Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione

    Friedrich Hegel

Un Team di abili professionisti in grado di rispondere alle esigenze di tutela dei Vostri diritti.
Studio Legale Associato Opelegis

Obiettivo dello Studio Legale Associato Opelegis è quello di assistere i propri Clienti e di soddisfare le loro esigenze fornendo prestazioni professionali innovative, efficienti e celeri.

Nella gestione degli incarichi ricevuti i professionisti dello Studio Legale Associato Opelegis dedicano peculiare attenzione all’aspetto psicologico, alla dignità e alla privacy delle persone coinvolte.

Costante e qualificata assistenza di primari professionisti: commercialisti, notai, consulenti del lavoro, medici legali, mediatori familiari, psicologi, psichiatri, architetti, periti d’arte e immobiliari.

Filosofia & Valori

Attenzione

La filosofia dello Studio Legale Associato Opelegis è quella di rendere ai propri Clienti un servizio dedicato e su misura.

Fiducia

Ascoltare i problemi e capire i bisogni dei Clienti è fondamentale per istaurare un rapporto basato sulla fiducia reciproca, sulla chiarezza e riservatezza professionale.

Professionalità

L’obiettivo dello Studio Legale Associato Opelegis è quello di sviluppare la cultura dell’eccellenza professionale nei vari settori dove i professionisti operano, ciascuno con le proprie competenze e specializzazioni.

Soci consulenti e collaboratori

Federica Lombardo
Federica Lombardo

L’Avv. Federica Lombardo è professionista specializzata in Diritto di Famiglia e Diritto Civile

Jacopo Maioli
Jacopo Maioli

L’Avv. Jacopo Maioli è professionista con alta specializzazione in Diritto Penale, Penale Commerciale e Responsabilità Medica

Andrea Oliva
Andrea Oliva

L’Avv. Andrea Oliva è professionista con alta specializzazione in Diritto del Lavoro e Diritto di Impresa

Francesco Di Blasi
Francesco Di Blasi

L’Avv. Francesco Di Blasi è professionista competente in Diritto Internazionale e Diritto Societario

Matteo Saibene
Matteo Saibene

Il Dott. Matteo Saibene è professionista competente in Diritto Civile e Diritto Penale

Anna Premoli
Anna Premoli

La Dott.ssa Anna Premoli è professionista competente in Diritto di Famiglia, Diritto Civile e del Recupero del Credito

Articoli Recenti

Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati [GDPR (UE) 2016/679]
  • 31 maggio 2018

Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati [GDPR (UE) 2016/679] è entrato in vigore il 25 maggio 2018. Il nuovo regolamento ha quale finalità quella di rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini e residenti…

Occupazione senza titolo immobile
  • 31 maggio 2018

La sentenza della Suprema Corte di Cassazione del 25.05.2018 n. 13071 interviene in punto di danno derivante dall’avere continuato ad occupare senza titolo un immobile in ragione della intervenuta cessazione del contratto di comodato. A tale riguardo viene rilevato come…

Coltivare canapa legale. Una grande opportunità
  • 4 maggio 2018

La coltivazione della canapa industriale è oggi lecita purché si rispettino alcune condizioni: seminare una varietà di canapa iscritta nel Catalogo Europeo delle sementi ed aventi un contenuto di THC inferiore alla 0,2%. avere la fattura di acquisto del seme e…

Assenza di obiettivi al dirigente configura una perdita di chance
  • 27 febbraio 2018

Con la sentenza in commento, la Suprema Corte ha statuito un importante principio in termini di adempimento delle obbligazione contrattuali in ambito di lavoro. La mancata assegnazione da parte del datore di lavoro di obiettivi contrattualmente previsti e, conseguentemente, l’impossibilità da…

Reintegrazione sul posto di lavoro e Legge Fornero
  • 25 febbraio 2018

La Suprema Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, ha stabilito che allorquando manchi il giustificato motivo oggettivo nel provvedimento di licenziamento, la reintegra in servizio del lavoratore costituisce l’eccezione alla regola dopo la modifica apportata dalla riforma Fornero all’articolo 18 St. Lav…..

L’onus probandi della malattia professionale in caso di malattie tumorali
  • 3 novembre 2017

Il lavoratore che contrae una malattia ad eziologia multifattoriale, come quella tumorale, deve comunque fornire la prova del nesso causale fra la patologia e l’attività lavorativa. Tale onus probandi non può consistere in semplici presunzioni desunte da ipotesi tecniche teoricamente…